Insalata Nizzarda

Questa è un insalata estiva che fa parte di quei piatti classici che si imparano addirittura nei banchi e nelle cucine della scuola alberghiera. L’ultima volta che l’ho assaggiata era dopo la fine della stagione invernale a Sestriere nell’ormai lontanissimo 1997 quando a fine stagione, decisi di andare a trovare degli amici nel sud della Francia….che bei tempi…

Ora la ripropongo per il semplice fatto che in ristorante, una bella signora, mi ha chiesto un buffet esterno da preparare nel giardino di casa e tra le pietanze che desiderava c’era appunto l’insalata Nizzarda. Come tutte le insalate ci sono le varianti ma ho cercato di mantenerla il più tradizionale possibile. Gli ingredienti che la compongono sono: fagiolini lessati e tagliati a pezzetti, patate lesse tagliate a listarelle o dadini, tonno, olive nere, uova sode (io ho usato quelle di quaglia), qualche filetto d’acciuga, pomodorini a spicchi a cui ho aggiunto anche dei pomodori secchi sottolio. Il tutto è stato condito con sale, pepe e dell’olio e limone. Le dosi le ho fatte ad occhio nel senso che ho cercato di mettere più o meno la stessa quantità di tutto. Ho preparato i vassoi dati dalla signora con una base di lattuga e poi ho versato sopra l’insalata non prima di togliere qualche porzione che ho tenuto per pranzo per me e qualche collega. L’effetto coreografico è stato molto bello e la signora molto contenta

Aggiungi un commento