19 ottobre 2015 - pasta, pesce, primi piatti    Commenta

Calamarata di Paccheri

CALAMARATA DI PACCHERI

La settimana scorsa mi arriva come ogni venerdì mattina il furgoncino di Gennarino (nome tipicamente veneto) con il pesce fresco direttamente da Caorle.

 

Valutando i vari prodotti, lo sguardo mi è caduto su dei bellissimi calamari raccomandati anche da Gennarì. Ho pensato subito ad una bella frittura da proporre con delle verdure pastellate e così li ho presi. Entrato in cucina ho iniziato a pulirli staccando la testa e svuotando il “tubo” dalle interiora. Li ho tagliati a rondelle e, dalla testa ho eliminato gli occhi e la bocca. Il giorno dopo, sistemando il pesce mi sono accorto che mi sono avanzati ancora tre-quattro porzioni e quindi ho pensato di preparare una bella salsa. In onore di Gennarino (non ho ancora capito se è il suo vero nome) ho deciso di mettere in menù dei Paccheri.
Per la salsa, ho tritato due spicchi d’aglio e li ho fatti rosolare assieme ad una foglia d’alloro. Prima di versare il pesce ho aggiunto un pugnetto di prezzemolo tritato. Qualche secondo dopo i calamari e dopo averli ben rosolati ed amalgamati al fondo di cottura, ho versato mezzo bicchiere di vino bianco. Evaporato quest’ultimo, ho versato della salsa al pomodoro (rigorosamente fatta con i San Marzano) ed ho completato la cottura. Una volta cotta la pasta e versata in padella, ho aggiunto anche un po’ d’olio extra vergine d’oliva in modo da mantecare il tutto. Serviti, e spazzolati subito.

Aggiungi un commento